15 novembre 2018

Escursioni in barca: la Matilda II

By on 3 novembre 2008 0 539 Views

 

Se il vostro intento è quello di conoscere al meglio il Capo Carbonara, esplorandone le coste, placidamente abbandonati al dondolio del mare, quest’oggi vi proponiamo un’escursione incantevole.

Verrete trasportati da una goletta di 22 metri, che naviga a vela, da sogno no?. L’imbarcazione è totalmente dedicata alle escursioni turistiche via mare, che vi consentiranno di ammirare più da vicino le acque che fanno parte dell’area marina protetta di Villasimius.

Varata nel 1999 ricorda nella forma e nell’efficienza lo schooner, tipologia di imbarcazione utilizzata nel secolo scorso dai navigatori nord americani. Agile e veloce possiede uno scafo in acciaio mentre gli alberi e le finiture di coperta sono di pregiato legno. La Matilda II è dotata di toilette, e pur essendo dotata di  motore diesel marino utilizzato nelle traversate prive di vento, resta rinomata soprattutto per le incantevoli navigazioni a vela ricche di emozioni che propone.

Solo alcune manovre sono automatizzate, per il resto è tutto tradizione, dedizione e rispetto per il mare.I passeggeri sono esentati da qualsivoglia collaborazione, a loro è richiesto piuttosto di gustare il panorama mozzafiato.

Quando  e come prenotare l’escursione

Da aprile fino a ottobre inoltrato è possibile prenotare singolarmente o in gruppo un’escursione lungo le coste di Capo Carbonara, godendosi una traversata a vela, vento e condizioni ambientali permettendo. La durata dell’escursione è di sei ore, durante le quali sono previste due soste in porti riparati. La prima sosta normalmente si effettua all’isola dei Cavoli, dove si arriva all’incirca per le 11,30. E’ possibile, per chi lo desiderasse sbarcare e raggiungere l’isola dotata di un faro fra i più interessanti della zona. Solo dopo il pranzo offerto dall’equipaggio, a conclusione del quale si  potrà assaporare il caffè ed il tipico mirto sardo, si prenderà il mare per la volta di Punta Molentis, una delle spiagge più affascinanti di tutta la zona. Prima di raggiungere la radiosa insenatura si potrà osservare seppure da lontano, la bella e solitaria Serpentara, che merita una visita a parte.

Giunti a Punta Molentis è d’obbligo un bagno nelle acque cristalline e incontaminate, facenti parte della zona protetta. Il ritorno in porto è previsto per le 16,30. Il costo dell’escursione è di 26 euro per i bambini e di 45 per gli adulti. Il prezzo è comprensivo di pranzo a base di malloreddus alla campidanese, salsiccia secca, pecorino, e pane carasau, biscotti farciti  e bevande.

Quello che non ha prezzo è specchiarsi in acque trasparenti, abitate da una fauna quanto mai vivida, ricreatasi dopo la posta in essere del parco. Vi consiglio di portare qualche pacchetto di cracker aggiuntivo. Scoprirete che i pesci sardi ne vanno ghiotti. La partenza ogni giorno è prevista per le 10,30 presso il porticciolo turistico di Villasimius e ricordate che i veri marinai, quali sono quelli che navigano sulla Matilda II, non attendono i ritardatari.

Per informazioni e prenotazioni +39 070 805651.