Dire Villasimius è dire spiagge e costa incontaminata e selvaggia, appena sfiorata dalla nascita di servizi che hanno l’effetto di renderla, se possibile, ancora più bella. Ma dire Villasimius è dire soprattutto scoperta, quella riservata ai visitatori che, una volta raggiunto il piccolo borgo marinaro, si rendono conto che quest’angolo di Sardegna è mare, ma anche favoloso entroterra colorato di verdi smaglianti e azzurri brillanti.

Revolution Slider Error: Slider with alias Benvenuti not found.

Maybe you mean: 'hometop' or 'slider2' or 'post' or 'slider4'

 

La pittoresca Villasimius è una cartolina di paesaggi costieri e collinari, che mette a disposizione archeologia, storia, escursioni naturalistiche, cultura ma anche gastronomia. E’ la sua varietà a renderla bella da esplorare d’estate, ma anche durante la primavera e l’autunno.

Affacciata sull’estremità sud orientale dell’isola, Villasimius somiglia per conformazione ad un triangolo costiero baciato da un mare pulito e cristallino e delimitata da spiagge che si fissano nella memoria: Capo Boi ad ovest, Capo Carbonara a sud e Punta Porceddus ad est ne sono dei favolosi esempi. Il nord invece è spruzzato del verde della macchia mediterranea che rosicchia i monti del Sarrabus ed il massiccio dei Sette Fratelli, oasi naturalistica che sarebbe davvero un peccato perdersi.

Il paese

Dotata di tradizioni e memoria storica, Villasimius è insediamento antico, abitato tutto l’anno, che propone non solo attrazioni squisitamente turistiche, ma regala al visitatore uno scorcio di vita isolana.

Ben popolata sia nel suo centro, sia nei dintorni, Villasimius e il suo cuore storico si sviluppano lungo il viale principale detto Umberto I, impreziosito da due piazze intorno alla quale si concentra la vita del paese: piazza Incani e Gramsci.

Superate le piazze la via prosegue mutando il nome in Via del Mare probabilmente perché chi ha al pazienza di percorrerla per intero, a piedi o in bici, raggiungerà direttamente il mare e la spiaggia di Simius.

Durante la stagione estiva, fin dal primo imbrunire, la Via del Mare si veste a festa, viene totalmente chiusa al traffico e dedicata esclusivamente ai visitatori, allo shopping, agli spettacoli, e alle lunghe passeggiate. Sullo spazio pedonale si affacciano numerosi negozi di artigianato, di specialità gastronomiche tipiche, d’abbigliamento, ristoranti ma anche pizzerie e locali.

Anche la mattina Via del Mare è particolarmente vivace e Piazza Gramsci, che ospita non solo il Palazzo Comunale e la Chiesa, ma anche molti caffè, diventa meta preferita per chi desidera fare colazione sotto il sole, leggere un giornale, fare due chiacchiere o semplicemente rilassarsi.

In una piccola traversa di Via Umberto I, la suggestiva via Frau, si trova il Museo Archeologico che val la pena visitare, specie se si è desiderosi di scoprire la ricca storia della zona. Il sabato invece in Via Donatello, a pochi passi da Via Umberto si tiene il mercatino settimanale con tante bancarelle che mettono in mostra qualsiasi genere di merce.

 

 

Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestTweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page